Forma Salus: zenzero, proprietà, benefici e consigli per una vita sana

Zenzero: proprietà, benefici e consigli per una vita sana.

Tempo di lettura stimato: 6 minuti – Data ultimo aggiornamento: 09/04/2021

Zenzero: gli utilizzi, le sue rinomate proprietà ma anche qualche controindicazione.

Lo zenzero è una pianta erbacea perenne, il cui rizoma (la parte che tutti erroneamente chiamano la radice) costituisce un alimento con particolari proprietà e benefici per la salute dell’organismo. La medicina naturale e popolare da sempre riconosce allo zenzero rinomate proprietà antiulcera, antiossidanti e antinfiammatorie, e ritiene sia un portentoso rimedio naturale e un aiuto affidabile in una serie di condizioni che molti di noi hanno affrontato finora.

Uno studio del 2010, condotto dai ricercatori dell’Università di Copenaghen, ha evidenziato che lo zenzero, sotto forma di estratto, ha un importante effetto antidolorifico e antinfiammatorio pari a quello di alcuni farmaci.
Insomma lo zenzero è un tesoro davvero prezioso.

Cos’è lo zenzero e come viene utilizzato.

Lo Zenzero (Zingiber officinale) è una pianta che ha le sue origini nelle foreste tropicali dell’Asia meridionale ed è stata usata per secoli sia negli alimenti, per aromatizzare i cibi, sia come supporto nella medicina integrativa.

Il suo nome deriva dalla parola “Singivera” in lingua Pali, parlata in passato in India, parola che significa “a forma di corno di cervo“. Utilizzato grazie ai suoi benefici fin dall’antichità e promosso anche da Pitagora, lo zenzero è stato testato anche dalla medicina cinese per alleviare sgradevoli manifestazioni digestive, la tosse o i dolori causati dai reumatismi.

Come alimento lo zenzero è da sempre un ingrediente particolarmente apprezzato nella cucina orientale, ed i suoi principi attivi gli conferiscono proprietà benefiche in caso di indigestione, nausea o raffreddore.
Quando il rizoma dello zenzero è bollito, il sapore caldo è più intenso mentre l’aroma diminuisce, perché il processo di cottura rimuove alcuni degli oli volatili. In Thailandia, ad esempio, lo zenzero viene grattugiato e mescolato con altre spezie per fare la pasta di curry.

Da qualche tempo, anche in occidente, lo zenzero trova uso sia nella cucina internazionale che nelle azioni per il mantenimento della salute. Pertanto, la dose consigliata varia a seconda dell’effetto benefico ricercato, e nel caso di polvere, estratto, tintura, capsule o olio di zenzero si possono consumare 2g/al dì suddivisi in dosi diverse oppure fino a 4 tazze di tè/al dì.

Attenzione, il dosaggio deve sempre essere approvato da un medico: non eccedere le dosi raccomandate per l’assunzione giornaliera.

Forma Salus: Rizoma dello zenzero
Rizoma dello zenzero

Proprietà del rizoma dello zenzero.

Quando ci riferiamo agli ingredienti che aiutano ad alleviare una serie di disagi quali nausea o dolori mestruali, lo zenzero è considerato una soluzione efficace, che in più ha un gusto delizioso e leggermente piccante.

Tuttavia, dobbiamo prestare attenzione alle sue proprietà nutrizionali e a come scegliamo di usarlo.

Valori nutrizionali del rizoma dello zenzero (100g).

Se si utilizza regolarmente il rizoma dello zenzero, si consiglia di monitorarne i valori nutrizionali (soprattutto per l’alto contenuto di potassio e magnesio). Di seguito è riportata la tabella nutrizionale per 100g di rizoma dello zenzero:

  • Calorie 79 kcal;
  • Lipidi totali 0,8g;
  • Colesterolo 0mg;
  • Sodio 13mg;
  • Potassio 415mg;
  • Carboidrati 18g;
  • Zucchero 1,7g;
  • Proteine ​​1,8g;.
  • Calcio 16mg;
  • Vitamina C 5mg;
  • Ferro 0,6mg;
  • Vitamina B6 0,2mg;
  • Magnesio 43mg.

Benefici comprovati del consumo di zenzero.

Lo zenzero è un vero alleato nella lotta contro vari agenti patogeni, quindi i suoi benefici non sono trascurabili. In effetti, le sue preziose proprietà hanno portato a diversi studi clinici avviati da università e cliniche specializzate in nutrizione, che supportano le esperienziali valutazioni della medicina naturale e popolare circa l’importanza e la potenza di questo alimento. Ecco alcuni dei benefici più importanti per il corpo derivanti dal consumo abituale dello zenzero:

Stimola la funzione digestiva.

Lo zenzero previene la comparsa di disturbi digestivi, gonfiore o indigestione, stimolando gli enzimi con un ruolo efficace nell’assorbimento dei nutrienti. Allo stesso tempo, le sue proprietà antinfiammatorie rilassano i muscoli dello stomaco e consentono all’apparato digerente di elaborare il cibo.

Lo zenzero, per il suo ruolo di stimolo all’apparato digerente è un ingrediente apprezzato nelle diete dimagranti: accelerando il metabolismo, la combustione dei grassi si intensifica e le tossine vengono eliminate più facilmente dal corpo.

Ruolo nella prevenzione delle infezioni orali.

Il rizoma dello zenzero ha un ruolo comprovato nella prevenzione delle infezioni, inibendo la crescita dei batteri che causano, ad esempio, malattie gengivali come la parodontite e la gengivite.

Antiossidante ed energizzante.

Lo zenzero, come dicevamo, è noto anche per le sue proprietà antiossidanti: supporta la funzione cognitiva nel processo di invecchiamento e contribuisce anche a migliorare la memoria e il tempo di reazione. Allo stesso tempo, ha un effetto energizzante sul corpo, che rivaleggia con l’effetto del caffè: fonti affidabili affermano che una tazza di tè allo zenzero è un’opzione molto gustosa e salutare.

L’infiammazione e lo stress ossidativo accelerano il processo di invecchiamento cellulare e questo effetto porta a una serie di malattie degenerative. Pertanto, qualsiasi composto antiossidante è benefico e apporta una serie di miglioramenti che supportano una vita sana.

Rimedio per i dolori mestruali.

Lo zenzero grazie alle sue proprietà antidolorifiche e disintossicanti, dona molto sollievo a chi soffre di dolori mestruali. Il dolore mestruale o dismenorrea è in genere legato ai cambiamenti ormonali che si verificano nell’utero al termine dell’ovulazione. Spesso viene accompagnato da altri sintomi come malessere generale, variazioni dell’umore e talvolta febbre.

Rimedio per tosse, raffreddore o influenza.

Lo zenzero ha un effetto diaforetico attraverso le proprietà attivanti del processo della sudorazione. Oltre a ridurre gli effetti di influenza e raffreddore, lo zenzero contribuisce anche al mantenimento del sistema immunitario, supportando l’organismo nella lotta contro virus o batteri patogeni.

Allo stesso tempo, contribuisce a ridurre il rischio di infezione, effetto dovuto a una sostanza bioattiva presente nel rizoma dello zenzero fresco: il gingerolo. Lo zenzero è anche molto utile nei problemi respiratori, agendo come espettorante naturale.

Aiuta ad abbassare il colesterolo.

Livelli elevati di colesterolo e trigliceridi mettono a rischio la salute, causando una serie di problemi cardiovascolari. Uno studio clinico pubblicato sul “Saudi Medical Journal” mostra che l’assunzione di 3 grammi di zenzero al giorno, suddivisi in 3 dosi per un periodo di 45 giorni, riduce significativamente i livelli di trigliceridi e colesterolo.

Allo stesso tempo, lo zenzero è un vasodilatatore e può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, facilitando così la circolazione sanguigna nel corpo e prevenendo la formazione di coaguli di sangue.

Lenisce la nausea.

Lo zenzero ha la qualità di prevenire il mal di mare e può essere utilizzato in modo sicuro e contro le vertigini che a volte accompagnano la nausea. Anche questi effetti benefici del consumo di zenzero sono supportati da studi clinici.

Aiuta a ridurre l’infiammazione.

Lo zenzero è raccomandato come antinfiammatorio, essendo indicato quando si verificano febbre, dolori muscolari o articolari, lussazioni o distorsioni. In queste situazioni si consiglia di utilizzare impacchi di zenzero.

Inoltre, la ricerca nel campo della medicina del recupero conferma gli effetti benefici che lo zenzero ha come coadiuvante nel trattamento complementare dell’artrite reumatoide e dell’osteoartrite. Può aiutare a ridurre l’intensità del dolore e migliorare la mobilità. Oltre ai dolori articolari, gli impacchi di zenzero aiutano anche ad alleviare il dolore mestruale, mentre rilassano i muscoli addominali.

Contribuisce alla cura della pelle e dei capelli.

L’estratto di zenzero è un ingrediente presente in molti cosmetici con effetto antiossidante o idratante. Allo stesso tempo, viene utilizzato nei trattamenti contro la caduta dei capelli, contribuendo alla rigenerazione dei follicoli.

Zenzero: controindicazioni al consumo.

Essendo un alimento naturale, il consumo di zenzero non è pericoloso se consumato nelle dosi consigliate. Per evitare qualsiasi fastidio, soprattutto se si soffre di una condizione cronica o si ha una condizione particolare (ad esempio se si è in gravidanza) si consiglia di chiedere il parere del proprio medico prima di consumare lo zenzero.

Poiché non ci sono abbastanza studi a riguardo, è consigliabile evitare di consumare lo zenzero durante l’allattamento dei bambini.

La somministrazione a bambini piccoli, donne incinte, donne che vogliono rimanere incinte o che allattano, persone con allergie a uno qualsiasi dei casi appena enunciati, può essere effettuata solo su prescrizione del proprio medico curante o di uno specialista.

Se non soffri di malattie che ti impediscono di usare lo zenzero nelle cure per mantenere la salute, puoi utilizzare questa straordinaria risorsa della natura ogni volta che ne senti il ​​bisogno. Ricco di potassio, zinco, calcio, magnesio, rame, vitamine B6, C e D, lo zenzero agisce come un tonico generale e rimuove la stanchezza accumulata.


Attenzione

Le informazioni fornite in questo articolo, sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun modo il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci, di integratori alimentari o di ingredienti d’uso, presenti nei testo hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualità e l’esperienza indispensabili per il loro uso o la loro pratica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.